Le stime di Abi: a ottobre +4,7% dei prestiti, aumentano sia mutui che prestiti al consumo

Pinterest LinkedIn Tumblr +

Continua la crescita dei prestiti bancari a ottobre. Secondo il rapporto mensile Abi quelli a famiglie e imprese sono saliti del 4,7% a grazie anche all’importante volano delle garanzie statali. Come spiega il vice dg dell’Abi Gianfranco Torriero, “è importante avere un ventaglio di strumenti che contempli non solo il Fondo di garanzia ma anche altre misure come quelle Sace”.

In particolare, a settembre i prestiti alle imprese sono saliti del 6,8% mentre quelli alle famiglie del 2% dove è aumentata la crescita sia dei mutui (+2%) sia del credito al consumo (+0,8%). Nel secondo trimestre del 2020, nota l’Abi, la quota di acquisti di abitazioni finanziati con mutuo ipotecario ha più che recuperato il calo del periodo precedente (al 75,2% dal 66,9%).

Poi, nuovo forte balzo dei depositi bancari. A ottobre, secondo le prime stime del SI-ABI, sono saliti del 9,5% a 1714 miliardi di euro. trainando così il totale della raccolta che ha chiuso a +7,3%, In valore assoluto su base annua i depositi sono saliti di oltre 149 miliardi di euro. Prosegue il calo delle obbligazioni (-7,3%).

Secondo il vice dg Abi Gianfranco Torriero “Il risparmio di per sè è positivo e le Banche devono poter contare su esso per finanziare “famiglie e imprese” ma, come ha detto anche il governatore della Banca d’Italia Visco, i depositi devono essere mobilizzati. Per questo vanno create le condizioni per poter avere maggiori investimenti e quindi un miglioramento della crescita economica”.

Condividi.