In Gran Bretagna ok al Natale in famiglia, ma per pochi giorni

Pinterest LinkedIn Tumblr +

Le famiglie britanniche potranno riunirsi per Natale, ma non senza limitazioni legate all’emergenza coronavirus. Lo indicano le anticipazioni mediatiche di un piano messo allo studio dal governo di Boris Johnson, in collaborazione con le autorità locali di Scozia, Galles e Irlanda del Nord e la consulenza di esperti medico-scientifici impegnati sul fronte della pandemia: piano che mira ad alleggerire temporaneamente le severe restrizioni in vigore nel Regno, in vista delle festività di fine anno.

Secondo la Bbc, fra le ipotesi in esame vi è quella di modificare le regole per permettere ai sudditi di Sua Maestà di celebrare le giornate natalizie in famiglia anche solo per “pochi giorni”. Una decisione finale non è stata ancora presa, ha precisato il ministro delle Attività Produttive, Alok Sharma, assicurando tuttavia che un margine di libertà per le riunioni di famiglia dovrebbe essere garantito.

L’obiettivo è avere “un Natale quanto più vicino al normale possibile”, gli ha fatto eco Susan Hopkins, una dei consulenti medici governativi. Stando alle indiscrezioni raccolte dal Sun il punto di caduta potrebbe essere quello di consentire – almeno per una durata di 5 giorni, a partire dalla Vigilia di Natale – incontri fra più nuclei familiari non conviventi, seppure con un tetto massimo di persone presenti. Un’opzione al momento vietata in Inghilterra – date le norme del lockdown nazionale bis imposto di fronte alla seconda ondata di contagi da Covid – e fortemente limitata anche in Scozia, Galles e Irlanda del Nord.

Condividi.